Si spengono i riflettori sul SICILY "EST" FESTIVAL

Sicily est festival per IART

Si è concluso sabato 16 maggio il SICILY "EST" FESTIVAL, rassegna cinematografica ideata da Anna Maria Mazzaglia che ha visto la proiezione di oltre 140 titoli. Lungo i sei giorni di programmazione, il festival ha offerto uno sguardo profondo sul panorama identitario dell’isola, fornendo l’immagine di una Sicilia affrancata da tutti gli stereotipi negativi grazie al valore catartico del Cinema. Se come diceva Jean-Luc Godard, il cinema è “verità ventiquattro volte al secondo”, il bilancio complessivo del Festival non può che essere positivo. Molte sono state le idee, i talenti e le storie proiettate sugli schermi, riflesso di un territorio incapace di arrendersi alla mediocrità creativa.

Nella serata conclusiva sono stati premiati, tra gli altri, Turi Giuffrida, noto al grande pubblico per “Nuovo Cinema Paradiso”, Leonardo Celi, figlio del celebre Adolfo e produttore di un documentario sul padre, e Vito Cardaci, per il documentario “L’albero di Giuda” sullo scandalo del parco tematico di Regalbuto. Premi speciali ad Alberto Sironi, regista della serie "Il commissario Montalbano", e Lucia Sardo, nota attrice siracusana. 
Ecco l’elenco completo dei vincitori:

-Per il contest “Catania in un minuto”

Primo premio: “Amara cu si ni fui” di Carlo Genova e Sebastiano Sicurezza
Menzione speciale: “Attraverso Catania” di Giulio Pulvirenti e Massimiliano Carastro

 

-Per la categoria “Lungometraggi”
Presidente Aurelio Grimaldi
Giuria: Ileana Rigano, Lisa Romano, Afriano Pricoco

Miglior film: "La Terra madre" di Nello La Marca
Gran premio della giuria: "Lemuri. Il bacio di Lilith" di Gianni Virgadaula
Menzione speciale: "L'erede" di Michael Zampino

 

-Per la categoria “Documentari”
Presidente: Marco Werba
Giuria: Stefania Rimini, Anna Di Mauro 

Miglior documentario: "Phil Stern - Sicilia 1943 la guerra e l'anima" di Ezio Costanzo
Gran premio della giuria: "Pietra pesante" di Davide Gammino
Menzione speciale: "Era Ducrot" di Sergio Ruffino e Martina Amato

 

-Per la categoria “Corti”
Giuria: Giuseppe Tumino, Alessandro Marinaro, Massimo Coppola

Cortando: “Jeravoe” di Giuseppe Cimino
Cortoscar: “Malatedda” di Diego Manfredini
Cortoscuola: “1992 un seme per la memoria” di Caterina Lo Faro
Videoclip: “Rimaniamo amici” di Davide di Rosolini
Menzione speciale: “Codici” di Alessandro Turchi

 

- Premio assegnato dai giovani dell'Accademia delle Belle Arti di Catania
Coordinamento: Adriano Pricoco, Vincenzo Alecci e Gianluca Carotenuto
Giuria: Alessandro D'Amore, Salvatore Nicotra, Sabrina Rovello, Emilio Scuto e Giorgio Wanausek
Giuria documentari: Federica Cavallaro, Sara Arcidiacono e Andrea Alfano

Lunghi: “Più buio di mezzanotte” di Sebastiano Riso
Mediometraggi: “Vespri siciliani” di Antonio Pirrotta e Alessandra Ragusa
Cortando: “L’amore corto” di Valentina Vincenzini
Cortoscar: “Un nuovo corso” di Leonardo Rodolico
Videoclip: “Rimaniamo amici” di Davide di Rosolini 

Documentario: “Alicudi nel vento” di Aurelio Grimaldi

 

-Per la mostra che lega cinema e pittura, curata da Maria Teresa Prestigiacomo

Angelo Savasta per “Il postino
Anna Cannata per “La Mattanza
Salvo Rizzo per “Franco e Ciccio sul sentiero di guerra
Menzione speciale: Silvana Consoli per “Malena” e Salvo Currò per “Il postino
​Targa all’istituto d’arte “Basile” di Messina per l’opera “Bar Vitelli