DANZA
LAVA BUBBLES
24.07.2015
18.00
a Piazza Università, Catania (CT)
25.07.2015
18.00
a Piazza Università, Catania (CT)

Dal progetto “Nella città, la danza” di Roberto Zappalà e Nello Calabrò

a cura di Compagnia Zappalà Danza

Venerdì 24 luglio - 18.00
Piazza Università - Catania

Sabato 25 luglio - 18.00
Piazza Università - Catania

 

Prima assoluta

Concept, direzione, coreografia e regia di Roberto Zappalà

Interpreti: Maud de la Purification, Filippo Domini, Alain El Sakhawi, Marco Mantovani, Sonia Mingo, Gaetano Montecasino, Gioia Maria Morisco Castelli, Adriano Popolo Rubbio, Fernando Roldan Ferrer, Claudia Rossi Valli, Ariane Roustan, Valeria Zampardi
Alle batterie: Francesco Cusa, Bernardo Guerra
Costumi: Debora Privitera
Coordinamento tecnico: Sammy Torrisi

Brevi interventi verbali poi, faranno di “Lava Bubbles” una piccola performance in cui si incrociano le suggestioni di gesti, musica e parole. Daranno il loro contributo Stefano Tomassini (Università di Lugano), Enrico Pitozzi (Università di Bologna) e Michele Trimarchi (Università di Bologna).


"Nella città, la danza” è una nuova idea progettuale, che intende portare l’attenzione in maniera forte sul rapporto tra la performance e il territorio che la riguarda. Il progetto sarà proposto in forma di site-specific in diverse città, dove prenderà un titolo che di volta in volta indicherà le specificità e le suggestioni della città “palcoscenico”. Per lo spettacolo-evento pensato per Catania e per il Festival I Art, il titolo è “Lava Bubbles”. Bolle di lava che oltre ad evocare, ovviamente, l’Etna, sono in questo caso la metafora di un magma, un ribollio incessante, di uno scorrere e scoppiare, ma anche di uno straordinario senso di rinascita che questa città esprime quotidianamente. Nello spettacolo, si intende far “reagire” la performance con il territorio che la ospita. Lo spettacolo, strutturato quasi come un happening che si accorda con il fluire quotidiano della gente nella piazza, prevede anche dei brevi interventi di alcuni esperti, sul tema dell’esilio in rapporto alle residenze artistiche. Gli interventi strutturati come una sorta di TED conference seguiranno senza soluzione di continuità la danza e faranno al contempo da cerniera con la performance che verrà ripetuta più volte nell’arco del pomeriggio.

Tutti gli spettacoli sono gratuiti fino ad esaurimento posti. Per assicurarsi l'ingresso, non essendo possibile prenotare, si consiglia di recarsi in loco il giorno dello spettacolo con un congruo anticipo rispetto all'orario di inizio.