Il “Kaos” di Ibla tra Montalbano e Pirandello

ITINERARI CINEMATOGRAFICI

IL “KAOS” DI IBLA TRA MONTALBANO E PIRANDELLO

Una passeggiata nel centro di Ragusa alla scoperta dei luoghi del cinema

Se siete a Ragusa e pensate al cinema sicuramente vi verrà in mente l’immaginario del commissario Montalbano. Non c’è dubbio che se passeggiate per Ibla, sul corso principale troverete mille riferimenti, soprattutto a Piazza Duomo. Anche i dintorni nascondo numerose location protagoniste della serie TV dalla fornace Penna a Samperi, alla spiaggia di Punta Secca, dove si trova la celebre casa del commissario, fino ad arrivare al Castello di Donnafugata.

Tuttavia Ibla, il centro storico di Ragusa, è stato la cornice entro cui sono stati ambientati numerosi film, sicuramente per la bellezza scenografica del barocco, ma anche perché l’area della lunga piazza Duomo ben si addice a ricostruire ambientazioni storiche, giacché lo spazio è poco compromesso e la storia si legge facilmente. Su questa piazza sono ambientati gli episodi “La Giara”, “Requiem” e “Colloquio con la Madre” del film “Kaos” del 1984 dei fratelli Taviani, mentre il Castello di Donnafugata è protagonista dell’episodio “L’altro Figlio”. Il film traspone al cinema le novelle di Pirandello raccolte in “Novelle per un Anno”. In un certo senso Pirandello e Camilleri subiscono una sorte simile con le loro sicilie, immaginate letterariamente attorno ad Agrigento, e trasposte al cinema nel ragusano.