Gli “Anni Difficili” di Modica

ITINERARI CINEMATOGRAFICI

GLI “ANNI DIFFICILI” DI MODICA

Un viaggio nella città del barocco seguendo il film di L. Zampa del ‘48

Modica è uno dei luoghi più eminenti del Barocco Siciliano ed è iscritta, insieme alla Val di Noto, nell’elenco dei siti patrimonio dell’umanità. Nonostante ciò le sue splendide scenografie barocche raramente sono state scelte come location cinematografiche.

Recentemente solo la fiction di Montalbano ha scelto questi luoghi per costruire una parte dell’immaginario di Vigàta. Tuttavia nel 1948 la città fu protagonista di uno dei capolavori del neorealismo: “Anni Difficili” di L. Zampa. Il Film è il secondo di una trilogia basata sui racconti di Vitaliano Brancati di cui si è già detto a proposito del centro di Catania con “L’Arte di Arrangiarsi”.

Tutta l’azione cinematografica si svolge a Modica. L’inizio didascalico del film colloca la narrazione e inquadra le splendide forme barocche della cittadina, indugiando sul fronte della splendida chiesa di S. Giuliano con la sua scalinata monumentale. Modica fu probabilmente scelta come luogo per le riprese perché la storia si svolgeva temporalmente negli anni subito precedenti alla caduta nel Fascismo. Serviva quindi un luogo eminente e rappresentativo nelle architetture, ma che fosse stato risparmiato dalle distruzioni belliche.