Costruttivo Akrai

ITINERARI SITI OUTSIDE

COSTRUTTIVO AKRAI

Un’opera ambientale a Palazzolo Acreide

Costruttivo Akrai è un’opera di dimensioni ambientali posta all’ingresso di Palazzolo Acreide. L’opera, del 1998, è di Nicola Carrino e rispecchia esattamente la sua poetica che egli ha chiamato “Arte dei luoghi e del paesaggio”; difatti nel caso del Costruttivo Akrai, l’opera non consta soltanto dei due moduli che si fronteggiano, ma anche del paesaggio della Valle dell’Anapo che, inquadrato dalle quinte, diventa parte dell’insieme.

Per questo motivo Carrino su quest’opera afferma che la scultura realizza in totale 30 metri di lunghezza: ogni elemento plastico è di 3 metri ciascuno, a cui vanno sommati i 24 metri del paesaggio che si staglia al centro: “la scultura è la forma del luogo anzi è il luogo stesso”.

L’artista in quell’occasione ha studiato attentamente il territorio, sia dal punto di vista naturalistico, sia da quello socio-antropologico; infatti egli ha usato la pietra calcarea di Palazzolo; dal punto di vista concettuale, invece, la sua opera diventa un’edicola moderna e laica, in linea con quelle sacre poste per segnalare le vie d’accesso alla città.