Un’enorme Seme D’arancia a Barcellona Pozzo di Gotto

ITINERARI SITI OUTSIDE

UN’ENORME SEME D’ARANCIA A BARCELLONA POZZO DI GOTTO

La scultura del grande artista Emilio Isgrò come speranza di crescita e prosperità

Nel 1998 Emilio Isgrò, uno dei più autorevoli esponenti di poesia visiva del panorama nazionale, celebre per le sue “cancellature”, fu chiamato dalla sua città natale a creare un monumento pubblico. L’opera consistette di un enorme seme d’arancia di sette metri posto davanti alla vecchia stazione, al fine di riqualificare quella zona al tempo della committenza degradata.

La scelta di porla al centro della piazza della stazione stava anche a significare lo slancio di rinascita che il monumento voleva simboleggiare, in quanto da lì un tempo partivano i treni carichi di profumi all’essenza di Zagara, un’economia florida ormai scomparsa.

Insieme alla costruzione del monumento al seme autoctono più conosciuto, Isgrò organizzò degli eventi collaterali come un convegno su temi agroalimentari, la performance di un camion che ha girato per tutta Europa con la scritta “Questo veicolo trasporta un seme d’arancia” e altri incontri con la popolazione locale. Nel 2015 il monumento è stato restaurato, avviando varie attività di sensibilizzazione per l’arte contemporanea e per il territorio stesso.