Festino di Santa Rosalia a Palermo

ITINERARI ANTROPOLOGICI

FESTINO DI SANTA ROSALIA A PALERMO

14 luglio

Non è la festa, è il “festino”. E non è la Santa ma la “Santuzza”. Il rapporto viscerale tra i Palermitani e questo evento è tutto racchiuso in queste abbreviazioni. Per il Festino, la città intera è in piazza a ringraziare Rosalia per quel miracolo del 1625 quando le sue ossa, ritrovate a Monte Pellegrino e condotte in processione liberarono Palermo dalla peste. I festeggiamenti durano da 3 a 5 giorni ma è il 14 luglio il giorno più importante. Lo spettacolo (www.balarm.it) cambia ogni anno, affidato a un direttore artistico sempre diverso e condizionato dalle sorti delle casse comunali. È il grande corteo festante che accompagna il carro con la statua della Santa, dalla Cattedrale sino al mare, e si compone di quadri teatrali, macchine scenografiche, luminarie, danzatori e musicisti. Mangiando babbaluci e scaccio, il popolo del Festino segue il carro, si arrampica su ogni superficie, urla, spinge e alla fine corre al Foro Italico per assistere agli immancabili giochi d’artificio.